Galleria della Città di Dublino

Galleria Hugh Lane Dublino

La Galleria della Città di Dublino ospita un’ampia collezione di arte moderna e contemporanea, proveniente sia dall’Irlanda che da tutto il mondo. Fondata nel 1908, è stata la prima galleria comunale d’arte contemporanea in Irlanda. Se sieti curiosi di saperne di più, vi invito a proseguire la lettura di questo articolo per conoscere più da vicino la sua storia, le mostre e le opere esposte all’interno della galleria Hugh Lane.

Inoltre, nei dintorni della Galleria della Città di Dublino (Hugh Lane) potete trovare luoghi di interesse come il Giardino del Ricordo, la Procattedrale di Santa Maria, O’Connell Street, il Museo del Leprechaun e il Temple Bar.

Storia della Galleria della Città di Dublino

La Galleria Hugh Lane (in inglese Hugh Lane Gallery) è ufficialmente conosciuta come la Galleria della Città di Dublino e originariamente Galleria municipale d’arte moderna, rappresenta un museo d’arte irlandese di rilievo.

Situata nella suggestiva Charlemont House, è stata eretta nel 1763 e situata in Parnell Square, questa istituzione era precedentemente conosciuta come Municipal Gallery of Modern Art.

Nel 1905, il collezionista d’arte Hugh Lane donò la sua preziosa collezione di dipinti impressionisti, che includeva opere di Manet, Monet e Degas, alla Corporazione di Dublino. Tuttavia, si rese conto che le sue opere esposte non venivano pienamente apprezzate o valorizzate come meritavano.

Per questo motivo, decise di trasferire la collezione alla National Gallery di Londra, ritenendola un luogo più adatto per valorizzare la bellezza delle opere.  Purtroppo, però, l’accordo per spostare la collezione a Charlemont House saltò, perchè Lane morì tragicamente in un incidente navale, senza aver modificato precedentemente il suo testamento. Di conseguenza, questo evento diede inizio a una lunga e aspra battaglia legale tra la National Gallery e la Corporazione di Dublino per il possesso della collezione.

Una controversia che si trascinò per anni, alimentando un acceso dibattito sul destino dell’arte e sul rispetto delle volontà del suo mecenate. Alla fine, dopo una serie di ricorsi legali, la Corte Suprema d’Irlanda stabilì che la collezione doveva rimanere a Dublino.

Ad ogni modo la Galleria Hugh Lane trascorse i suoi primi anni in Harcourt Street, fino al 1933, quando venne trasferita nell’elegante edificio neoclassico di Charlemont House, dove risiede ancora oggi. Alla fine, fu concordato che ogni cinque anni, la collezione doveva essere condiviso la collezione: ogni cinque anni, le opere d’arte si spostano tra Dublino e Londra.

Charlemont House: l’edificio

La sontuosa Charlemont House, una residenza di rara bellezza risalente al 1763 venne progettata dal celebre architetto William Chambers per conto di James Caulfeild, I conte di Charlemont.

La villa vanta una facciata in mattoni che domina la suggestiva piazza Parnell. Nel 1929, i giardini della dimora subirono un’elegante trasformazione per accogliere la Galleria Hugh Lane, inaugurata ufficialmente come museo nel 1933. Nel corso degli anni, la struttura subì vari interventi di ristrutturazione, tra cui una ricostruzione nel 2004 e un ampliamento completato nel maggio 2006 dallo studio Gilroy McMahon Architects. Oggi, la Charlemont House non solo ospita una collezione d’arte di inestimabile valore, ma rappresenta anche un esempio raffinato di architettura georgiana.

Galleria della Città di Dublino: la Collezione

All’interno della Galleria Hugh Lane, si snoda un percorso che abbraccia mostre permanenti e temporanee, con un occhio di riguardo all’arte contemporanea irlandese. Tra le sale dedicate ai grandi nomi, spicca quella riservata a Sean Scully, artista di fama internazionale.

Un fiore all’occhiello della galleria è senza dubbio lo studio di Francis Bacon, meticolosamente ricostruito nel 2001 dopo essere stato trasferito da Londra. Passeggiando tra le opere esposte, ci si imbatte nella preziosa “Lane Bequest”, una collezione di arte francese che vanta capolavori assoluti come “Les Parapluies” di Renoir, il “Ritratto di Eva Gonzalès” di Manet, “Musica alle Tuileries” sempre di Manet, “Jour d’Été” di Morisot e “Veduta di Louveciennes” di Pissarro.

Oltre alla sua ricca collezione di arte moderna e contemporanea, la Hugh Lane Gallery custodisce anche un’intrigante collezione permanente di vetrate colorate. Tra queste, spicca “La vigilia di Sant’Agnese”, opera del celebre artista e illustratore irlandese Harry Clarke. La galleria vanta inoltre un’opera di Clarke che, in passato, era stata vietata e considerata “scandalosa”. Acquistata nel 2015 per £35.000, quest’opera rappresenta un’importante testimonianza del coraggio artistico e della capacità di Clarke di sfidare le convenzioni del suo tempo.

Nel giugno del 1992, un evento drammatico sconvolse la Hugh Lane Gallery: il dipinto “In The Omnibus” del maestro francese Honoré Daumier fu rubato dalla galleria in pieno giorno, mentre era ancora aperta al pubblico. Per oltre vent’anni, l’opera scomparve nel nulla, lasciando un vuoto incolmabile tra le preziose collezioni del museo.

Tuttavia, nel 2013, ci fu una svolta inaspettata: il dipinto fu miracolosamente recuperato dalla Criminal Assets Bureau (CAB) nel corso di un’indagine. La notizia del ritrovamento riempì di gioia la direttrice della galleria, Barbara Dawson, che definì questo momento come una grande liberazione dal trauma del furto.

Galleria Hugh Lane: Orari

La Galleria Hugh Lane di Dublino è aperta nei seguenti orari:

GiornoOrari di Apertura
LunedìChiuso
Martedì9:45 – 18:00
Mercoledì9:45 – 18:00
Giovedì9:45 – 18:00
Venerdì9:45 – 17:00
Sabato10:00 – 17:00
Domenica11:00 – 18:00

Come arrivare alla Galleria Hugh Lane, Dublino

Per raggiungere la Galleria Hugh Lane a Dublino, è possibile prendere diversi autobus che fermano a Parnell Sq. East, tra cui le linee 1, 2, 14, 16, 19, 33X, 39X, 41X, 48A, 58X, 70B e 70X.

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *